CI SIAMO TRASFERITI SU

giovedì 20 gennaio 2011

Nuova tecnologia "ibrida idraulica" da Chrysler

Come vi abbiamo detto ieri, i veicoli Chrysler adotteranno già dal 2012 la tecnologia ibrida. Una ulteriore conferma arriva dalla casa americana, la quale in questo periodo sta lavorando con la US EPA (Environmental  Protection Agency) per adattare la tecnologia "ibrida idraulica" per veicoli ad utilizzo cittadino, come la Chrysler Town & Country. La notizia arriva dall'amministratore delegato dell'EPA, Lisa Jackson, e da Sergio Marchionne.

Marchionne ha dichiarato ai  giornalisti che l'ibrido idraulico è particolarmente adatto per veicoli di grandi dimensioni nella guida in città. Inoltre questa tecnologia è anche molto meno costosa di un ibrido elettrico convenzionale:

«Le auto elettriche non rappresentano la soluzione. Il costo della tecnologia Ibrida idraulica è molto meno costosa di un ibrido elettrico normale. Questa tecnologia funziona e dobbiamo solo trovare il modo di renderla performante per l'utilizzo stradale»

La collaborazione con l'EPA inizierà con la monovolume Chrysler Town & Country, la quale sarà dotata di un motore a quattro cilindri 2.4 litri  benzina. 


COME FUNZIONA L'IBRIDO IDRAULICO
Sotto la vettura verrà installata una vasca (o due bombole in alternativa) riempita con un liquido idraulico inerte. Ogni volta che si effettua una frenata con il veicolo o si decelera, l'energia della frenata viene utilizzata da una apposita pompa per pressurizzare il liquido nel serbatoio, fino a circa 340 atmosfere (5.000 libbre per pollice quadrato). 
Successivamente il fluido pressurizzato verrà rilasciato, ed attiverà un motore idraulico il quale fornirà energia alla parte anteriore o posteriore della vettura (in base a dove è la trazione).

Gli enormi vantaggi sono l'assenza di batterie e una notevole riduzione dei costi e della progettazione di tutto il corpo vettura. In aggiunta a tutto questo si avrebbe una notevole riduzione dei consumi.


Secondo Chrysler, il sistema potrebbe migliorare il risparmio di carburante fino al 30-35% nel ciclo combinato, e fino al 60% nel traffico urbano. I test finiranno nel 2012, anno di debutto della tecnologia, e solo allora potremo verificare i benefici per i consumi.

Se l'ibrido idraulico si dimostrerà pratico ed efficiente, potrebbe essere utilizzato per tutte le prossime monovolume, SUV e pickup del gruppo.

Il progetto conferma come le case automobilistiche stiano cercando le migliori tecnologie per il risparmio di carburante per essere in conformità ai severi standard che entreranno in vigore dopo il 2016 e  Chrysler è l'unica casa automobilistica importante nel mercato degli Stati Uniti senza una offerta ibrida.


Fonte|Autonews

Nessun commento:

Posta un commento